Maria Elena Boschi, una scollatura mai vista prima: delirio in platea / Guarda
2 Dicembre 2016
Valentino Rossi, il retroscena sul Dottore: quella promessa che fa sognare i tifosi
2 Dicembre 2016

Higuain parla del Napoli, della Juve e puntualizza sulla scorta

Gonzalo Higuain ha concesso un’intervista al Corriere della Sera raccontando tante veritandà e togliendosi qualche sassolino dalla scarpa.

A volte è difficile accettare le critiche. E’ stata un’estate dura. Mi hanno massacrato. Hanno detto che stavo male e tante altre cose. Poi sono entrato, ho segnato e per tutti ero in grande forma, questo a volte non lo capisco proprio, ha detto in riferimento al suo stato sovrappeso di qualche tempo fa.

La mentalità bianconera di certo a Napoli non l’aveva trovata: Da fuori dici sono forti, hanno fatto 25 vittorie di fila, eccetera. Poi arrivi qui e dici: cazzo. Ci sono giocatori che hanno vinto tanto eppure ancora hanno questa fame di vincere ancora. E’ una cosa che ti contagia e ti dà la voglia di migliorare ancora.

Poi il gol al Napoli e la mancata esultanza: Sono stato educato in un certo modo e avevo già deciso prima della partita di reagire così.
Non vuol dire che non volevo vincere. Però sono un uomo che non dimentica quello che ha fatto e quello che ha ricevuto. E a Napoli mi hanno dato tantissimo e mi hanno fatto crescere.

E’ stato un segno di ringraziamento alla squadra, all’allenatore, ai tifosi.

E la scorta proprio per paura di attacchia da qualche tifoso partenopeo?  Mai avuta una scorta nella mia vita. E mai ce l’avrò.
Ma le bugie hanno le gambe corte. Come non è vero delle minacce: mai ricevute.

 

Comments are closed.