Brad Pitt invita a cena Jennifer Aniston, lei rifiuta: “Non ho tempo” GALLERY FOTO della bellissima Jennifer
13 Dicembre 2016
Treviso perde pezzi di calcio, chiuso il settore giovanile
13 Dicembre 2016

Scioperi a raffica fino a Natale, il dicembre nero di trasporti e rifiuti

Poste, scuole, igiene ambientale, trasporto pubblico, Alitalia e medici: le organizzazioni sindacali promettono battaglia con una raffica di mobilitazioni fino al 17 dicembre quando scatterà la tregua natalizia

Sarà un Dicembre difficile per il settore dei trasporti, dell’igiene ambientale e della scuola. Si susseguono infatti gli scioperi proclamati dalle organizzazioni sindacali in vari settori fino al 17 del mese quando scatterà il periodo della tregua natalizia.

I primi a protestare sono i lavoratori delle Poste Italiane aderenti a Cgil, Cisl, Ugl, Cisal, Confsal, Cobas, Cub, Usb che si asterranno per un mese dagli straordinari a partire dal 9 dicembre (escluso il 16 dicembre).

Lunedì 12 sarà la volta del comparto di igiene ambientale: a proclamare lo sciopero nazionale Cobas, Cub e Sindacato generale di base nonchè l’Usb per l’Ama di Roma e per una serie di aziende che si occupano di pulizie (anche nelle scuole).

Sempre il 12 si asterrà dal lavoro per l’intera giornata il personale della scuola (docente e Ata) aderente al sindacato Saese.

Il 13 confederali e Cobas hanno indetto lo sciopero nelle aziende del settore telecomunicazioni (Telecom e Tim).

Tra il 13 e il 14 ci sarà la mobilitazione dei lavoratori del trasporto pubblico locale: prima all’Anm di Napoli (snmdacati confederali, Ugl, Orsa, Usb, Cisal), all’Atp di genova, alla Tper di Bologna, poi (mercoledi’ 14) all’Atac e Tpl di Roma.

Giovedi’ 15 si prospettano disagi per il trasporto aereo: a scioperare sarà infatti il personale di Alitalia aderente a Cub, Confael-Assovolo, Anpac, Anpav, Usb; di Air Italy aderente ad Anpac; di Airport Handling aderente a Adl e Usb (aeroporto di Malpensa). In sciopero anche i lavoratori aderenti a Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Aviation Services degli aereporti di Fiumicino e Ciampino e quelli aderenti a Cub e Usb della Sea di Linate e Malpensa.

Il giorno successivo, venerdì 16, sciopera infine per 4 ore la dirigenza medica, veterinaria, sanitaria di Anaao, Assomed, Cimo, Aaroi, Emec, Fvm, Fassid, Fesmed, Sivemp. Cgil, Cisl e Uil non aderiscono allo sciopero. “Il protocollo di intesa tra governo e sindacati confederali del 30 novembre, al quale hanno dato il loro contributo anche Cgil Cisl Uil Medici – scrivono i tre sindacati – dopo sette anni di blocco contrattuale consente la riapertura della trattativa anche per i dirigenti medici e sanitari”.

Comments are closed.