In arrivo il gelo: pronti a una coda di autunno molto fredda
18 novembre 2016
“Insalata in busta a rischio salmonella”, allarme degli scienziati: intossicazione alimentare
18 novembre 2016

Influenza aviaria: torna la paura in Europa

Nella prima metà di novembre, diversi paesi europei hanno rilevato positività al virus dell’influenza aviaria sottotipo H5N8 classificato come un virus ad alta patogenicità. I paesi colpiti sono Ungheria, Polonia, Germania, Austria, Svizzera e Croazia.

Il focolaio di influenza in Ungheria, notificato il 4 novembre, si è verificato in un allevamento chiuso di 10.200 tacchini da carne di 16 settimane, situato nel comune di Tótkomlós (Bekes). In base a quanto riferito dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, l’allevamento si trova in vicinanza di zone umide con presenza di uccelli selvatici.

Qualche giorno dopo, le autorità polacche hanno informato la Commissione europea del ritrovamento di cinque volatili selvatici (4 anatre e 1 gabbiano) rinvenuti morti nei pressi del lago Dabie, nel comune di Goleniow. E’ toccato poi alle autorità austriache confermare la positività per influenza aviaria sottotipo H5N8 ad alta patogenicità in cinque anatre selvatiche trovate morte nei pressi della riva austriaca del lago di Costanza, che si trova al confine con Germania e Svizzera, i cui governi stanno ora collaborando. Infine la denuncia è arrivata dalla Croazia.

inews24.it/

 

Comments are closed.