È Ufficiale cambia l’accesso alla Champions League dal 2018 e l’Italia gongola
26 agosto 2016
A cosa serve la parte blu della gomma da cancellare? Non ci crederai 
27 agosto 2016

Un bracciale e un anello per aggiungere il touch… al braccio

Comodi gli smartwatch, anche se spesso interagire con il micro display nel quale sono confinati non è il massimo della vita. A questo particolare problema stanno pensando i ricercatori del Future Interfaces Group interno alla Carnegie Mellon University, che hanno posto le prime basi per un nuovo metodo di controllare gli orologi intelligenti. Si chiama SkinTrack, e permette di estendere la superficie touch dallo schermo dell’orologio per arrivare a usare l’intero braccio.

(Foto: Carnegie Mellon University)

(Foto: Carnegie Mellon University)

Il sistema è composto da un bracciale da polso che contiene un rilevatore di segnali ad alta frequenza e da un anello emettitore, che — portato sulla mano opposta — segnala continuamente la posizione del dito che lo indossa. Il sensore sul bracciale è in grado di rilevare gli spostamenti dell’indice nei pressi del braccio e di distinguere anche quando entra effettivamente in contatto con la pelle o con i vestiti. Tramutando queste informazioni in comandi utili, permette di controllare lo smartwatch usando l’intero arto come touchscreen.

(Foto: Carnegie Mellon University)

(Foto: Carnegie Mellon University)

La precisione è sarà massima dal momento che l’anello non viene portato sulla punta dell’indice, ma per gesture e swipe è già abbastanza accurato e permette di interfacciarsi con l’orologio senza che il dito arrivi a coprire metà dello schermo.

Fonte Wired

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *