Del Piero: ‘Questa Juve non ha eguali. Ecco cosa accomuna me e Dybala’
9 aprile 2016
La dieta della salute: 7 alimenti che vi cambiano la vita
9 aprile 2016

Sbloccare Iphone? FBI contro Apple ma si sblocca con il PONGO per i Bambini – Video

sbloccare iPhone facilmente

Si è proprio vero volete sapere come sbloccare iPhone facilmente ?

Utilizzando la pasta modellante Play Doh.  Il presidente dell’azienda di biometrica Vkansee Jason Chaikin, ha dimostrato anche in un video: che sono sufficienti 5 minuti per sbloccare l’iphone.  Da piccoli, usavamo il pongo per realizzare piccoli oggetti, pupazzi animaletti, oggi con questa pasta riusciamo a sbloccare iPhone facilmente. “Con il pongo puoi creare un dinosauro, puoi creare un bruco – si legge all’inizio del video – ma si può hackerare un telefono?”.

Sembra davvero vero…  usare il pongo per sbloccare l’iPhone imprimendo la nostra impronta. Ma in effetti potremmo “rubare” anche l’impronta di un telefono di sconosciuto e sbloccare il suo iphone. Questa ipotesi e a meno che non siate uno 007, è meglio lasciarla stare e rispettare la privacy.

L’Fbi e Apple si sono scontrate, quest’ultima si è opposta alla richiesta di violare i codici d’accesso del cellulare di uno degli attentatori della strage di San Bernardino. E in questo dissidio è spuntato Jason Chaikin, un nome nuovo nel campo della tecnologia, che in soli 5 minuti è riuscito a sbloccare l’iPhone di un’altra persona usando il Play Doh.

Il video pubblicato su “Fortune”. Viene usata la pasta morbida per le impronte delle dentiere e apparecchi odontotecnici – ad esempio – dove un dito viene premuto per 5 minuti poi ecco il pongo che si spalma sulla pasta, acquisendo l’impronta così che potrà essere utilizzata per il blocc del telefono. Ecco il filmato di Chaikin che spiega questo segreto.

In questi tempi dove la riservatezza è alla base dell’interesse personale di ognuno di noi, questo video mette seriamente in discussione i sistemi iper-tecnologici di protezione dei telefoni. Ma il problema non è solo per il dispositivi Apple ma questo esperimento è riuscito anche con Samsung Galaxy S6 e l’LG Nexus 5X smartphone di ultima generazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *