8 consigli per combattere il dolore lombare in maniera naturale
27 settembre 2017
Esonerato Carlo Ancelotti
28 settembre 2017

Rivoluzione Twitter: cade il muro dei 140 caratteri

Finisce ufficialmente l’epoca dei 140 caratteri su Twitter. La compagnia californiana aumenta il limite massimo delle battute dei singoli messaggi, che ora arrivano a 280.Per ora si tratta di un test ma i toni sembrano entusiasti. E lasciano ai nostalgici poche speranze di una retromarcia.

“Capiamo che molti di voi, avendo twittato per anni, hanno una specie di attaccamento emotivo ai 140 caratteri, ma abbiamo provato questa novità e ne abbiamo visto le capacità” spiega l’azienda sul blog.

Inizialmente l’opportunità sarà ristretta ad una parte degli utenti Twitter per poi divenire disponibile a tutti. Uniche lingue escluse: il giapponese, il cinese ed il coreano. L’esclusione del giapponese e delle altre lingue orientali è legata al fatto che da uno studio interno si è visto che il 9% di chi cinguetta in inglese raggiunge il limite odierno di 140 caratteri mentre grazie alla maggiore immediatezza del giapponese, ad esempio, solo lo 0,4% dei cinguetti nipponici raggiunge l’attuale blocco.

Già dallo scorso anno Twitter aveva apportato alcune novità evitando di conteggiare i contenuti multimediali, i link o le menzioni degli utenti con cui si conversa online.

Nel secondo trimestre Twitter ha registrato una perdita di 116 milioni di dollari e zero crescita del numero di utenti che sono rimasti a quota 328 milioni (nonostante la “spinta” di Trump). Numeri lontani dai 2 miliardi di Facebook e dagli 800 milioni di account di Instagram. Ora, con questa nuova mossa, Twitter spera di aumentare il suo numero di utenti, attirandoli con lunghi cinguettii.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *