Arriva Balotelli in discoteca e scoppia la rissa: un ragazzo ci rimette tre dita
13 giugno 2016
Apple rilancia: ecco i nuovi iOS10, macOS, WatchOS3
14 giugno 2016

Apple TV farà sembrare scema la televisione tradizionale

Ieri Apple ha presentato durante il WWDC 2016 tutte le novità di tvOS per Apple TV. Grande attenzione per le rinnovate funzioni di Siri e l’accesso unificato.

Sarà un autunno caldissimo per la piattaforma tvOS di Apple TV, ma numerose novità software presentate ieri a San Francisco durante il WWDC 2016 probabilmente non saranno disponibili in Italia. Ieri sera Eddy Cue, Senior Vice President Internet Software and Services di Apple, ha dichiarato che “il futuro della TV sono le app, e Siri su Apple TV ha cambiato il modo in cui interagiamo con la televisione”.

“Grazie alle sue nuove funzioni, gli spettatori potranno visualizzare i loro contenuti preferiti ancora più velocemente”. Purtroppo però Siri – l’assistente vocale – non è stato ancora attivato sulle Apple TV italiane, chissà che non ci siano sorprese nei prossimi mesi. E dire che per effettuare ricerche fra più di 650.000 film ed episodi TV sarebbe molto utile.

Ad ogni modo in autunno il prossimo aggiornamento software (previsto per 12 paesi, fra cui gli Stati Uniti) prevedrà per Siri la ricerca dei film per argomento, ricerca su YouTube, sintonizzazione live da un canale all’altro e gestione degli accessori HomeKit – quindi accendere la luce, regolare la temperatura.

Grande enfasi per l’accesso unificato: in pratica un unico login per tutti i canali video a pagamento. “Durante la procedura di accesso unificato, i clienti possono visualizzare una pagina con tutte le app autenticate offerte dall’emittente, per scoprire, scaricare e guardare più facilmente tutti i canali video che preferiscono”, si legge nella nota ufficiale. “La funzione accesso unificato sarà disponibile sia su Apple TV che iOS”.

Fra le oltre 6000 app bisogna citare Zova, Daily Burn, Airbnb, TripAdvisor, SketchParty TV, NBA 2K16, Gilt, HBO NOW, Sling TV. Su tutti Sling TV è probabilmente una delle novità più interessanti, poiché aggrega in streaming i più importanti canali via cavo televisivi.

Utile anche la nuova app Apple TV Remote che consentirà di trasformare ogni dispositivo iOS in potenziale telecomando. “Quando appare la tastiera sulla Apple TV, un’altra tastiera sarà visualizzata anche sui dispositivi iOS vicini e connessi allo stesso account iCloud, così sarà ancora più facile digitare”, aggiunge la nota ufficiale.

Infine sono state svelate nuove API e strumenti per gli sviluppatori. ReplayKit, per registrare e trasmettere live dalle app, PhotoKit che consente l’accesso da parte delle app di terze parti alle foto e ai video nella Libreria foto iCloud e negli streaming condivisi, HomeKit, per creare app in grado di controllare i dispositivi HomeKit dalla Apple TV, etc.

L’anteprima di tvOS per gli sviluppatori è disponibile da ieri per gli iscritti al Developer Program su developer.apple.com. Il nuovo tvOS sarà distribuito in autunno come aggiornamento software gratuito per Apple TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *