Quello che succede al nostro organismo se mangianmo 2 banane al giorno
18 giugno 2016
Figli a carico? In arrivo un assegno di 150 euro per tutti: ecco come richiederlo
18 giugno 2016

Morata, Conte chiama e la Juve offre lo stipendio di Pogba

Due gol e via. Biglietto da visita: piacere, Alvaro Morata, l’attaccante che farà parlare di sé sul mercato ancora per un po’. Perché la cartolina che arriva dalla Francia firmata dallo spagnolo è sicuramente di quelle pesanti: Alvaro ci sa fare, non che ci fosse bisogno di scoprirlo. Ma un’ennesima carezza alla fila di corteggiatori sul mercato che hanno acceso il suo futuro come attesissimo e ancora pieno di mistero. C’è chi spera, chi si inserisce, chi resta alla finestra. Intanto Morata segna e aspetta notizie dal suo agente Juanma Lopez, presente al Bernabéu ieri per parlare col Real Madrid di una recompra che verrà esercitata: a quel punto sarà probabile cessione. Già, ma a chi?

LE CHIAMATE DI CONTE – Ormai non è un mistero, qui ve lo scriviamo da marzo: Antonio Conte vuole Alvaro Morata al Chelsea. Uno tra lui e Lukaku, prime scelte. E tutti i giorni sta chiamando Morata al telefono, come era successo già prima di firmare per la Juventus quando poi Conte scelse di dimettersi. Vuole convincerlo, affascinarlo, l’offerta d’ingaggio del Chelsea è altissima e le prospettive sono intriganti. Poi chiaramente va convinto il Real Madrid, che di base chiederebbe sui 60 milioni di euro per Morata rendendo quindi l’affare delicato. In fila sempre il Paris Saint-Germain, che ha incontrato più volte l’agente dello spagnolo. Ma Conte spinge. Più di tutti.

PRO E CONTRO DELLA JUVE – E la Juventus? Aspetta innanzitutto l’incontro col Real Madrid. Lì si capirà di più, perché il problema è la valutazione del cartellino che la Juve reputa troppo alta per trattare. L’unica mossa che hanno potuto fare Marotta e Paratici è stata proporre a Morata un ingaggio ritoccato: oltre i 5 milioni a stagione, toccando praticamente la quota di stipendio di Paul Pogba e potenzialmente superandola con i bonus. Morata ha apprezzato e gradito ma sa che tutto dipenderà dal Real e dalla valutazione del suo cartellino. Anche perché il Chelsea al giocatore offre di più e fa sul serio. Senza escludere sorprese. La Juve spinge sull’ingaggio, il contro è quel cartellino costosissimo. Ma col Real si dovrà parlare di tanti discorsi. E allora, Morata aspetta, la Juve spera, Conte chiama.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *