VIRGINIA RAGGI VA ALL’ATTACCO: ”ORA IL VATICANO PAGHI L’IMU”
22 giugno 2016
Novafeltria. Troppo brava per fare la quinta passa dalla quarta direttamente all’esame di maturità
23 giugno 2016

Milan, ecco un tesoretto da 23 milioni

Si respira aria di smobilitazione in casa Milan, con diversi giocatori  con la valigia in mano. Nel reparto offensivo nessuno è sicuro di rimanere, in primis Jeremy Menez. Proprio oggi ha parlato il fratello agente che annunciato la prossima partenza dell’attaccante francese. Due sono le strade: la prima porta in Cina dove lo Shangai Shenua aveva già manifestato interesse lo scorso gennaio. Più difficile quella di un ritorno in patria per via di uno stipendio pesante e li pochi sondaggi arrivati fin qui. Il Milan sorride, il numero sette viene considerato un giocatore ormai fuori dai programmi e potrebbe portare una plusvalenza di tre o quattro milioni che è il prezzo del cartellino stimato dal club rossonero.

NIENTE RINNOVO – Sono ormai a fine corsa anche i due difensori Alex e Mexes. Entrambi saranno liberi dal primo di luglio essendo in scadenza di contratto. Per il difensore brasiliano si prospetta un ritorno in patria, al Santos. Discorso più intricato per il francese che gode della stima incondizionata di Berlusconi. Allo stato attuale non ci sono riscontri di una eventuale negoziazione del rinnovo. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, all’entourage del francese sono arrivate due offerte dalla Ligue 1 e una dal Besiktas.

ADIOS DIEGO – La rivoluzione toccherà tutti i reparti, compreso quello dei portieri. L’esplosione di un talento come Donnarumma ha messo alla porta Diego Lopez. Sull’esterno spagnolo si è mosso l’Espanyol che, con la nuova proprietà cinese, ha i giusti argomenti per convincere il galiziano. Josè Quillon, agente dell’ex Real Madrid, ne sta parlando con alcuni club inglesi: Everton in primis ma anche il Newcastle di Benitez.

UN TESORETTO PER IL MILAN– Dall’eventuale cessione o mancati rinnovi di questi quattro esuberi il Milan potrebbe risparmierebbe una cifra piuttosto considerevole. Con gli addii di Alex e Mexes i cui stipendi influivano a bilancio  per 2,5  e 1,5 milioni netti all’anno, si liberebbe uno spazio salariale da otto milioni lordi. Ancora più interessante il discorso relativo a Diego Lopez legato al Milan da un contratto fino al 2018 a 2,5 milioni netti a stagione che garantirebbe, in caso di cessione, un risparmio di dieci milioni lordi.  Discorso simile quello  relativo a Menez che ha un ingaggio da 2,4 milioni netti e garantirà un risparmio di 4,8 milioni lordi.

23 MILIONI PER IL MERCATO –  I tifosi sono in fermento, lo stallo sulla cessione della società sta portando dubbi per la composizione della rosa della prossima stagione. Diversi obiettivi sono rimasti in stand-by(Paredes, Vazquez) ma una mano potrebbe arrivare dal mercato:  Galliani al lavoro sulle uscite di Diego Lopez e Menez, con potenziale tesoretto da quasi ventitre milioni utile per rafforzare il Milan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *