Vasco Rossi festeggerà i suoi 50 anni di carriera con un MEGA concerto a Modena
20 aprile 2016
Le probabili formazioni di Milan-Carpi – Brocchi schiera Boateng dal 1′
21 aprile 2016

Juventus: cosa cambierà con Cavani

Notizia già agli atti: Allegri resta e avrà un contrattone da 5 milioni di euro l’anno. Non ha chiesto carta bianca, ma la possibilità di ‘rinfrescare’ il centrocampo. Dove Lemina ha ancora poche gare per convincere (“Può diventare da Juve – ha spiegato Allegri – ma ha lacune tattiche”), dove Pereyra, al netto degli infortuni, ha fatto una brutta stagione, dove Asamoah è un giocatore a rischio causa infortuni, dove Hernanes non ha mai infiammato: né i tifosi, né la dirigenza, nonostante la fiducia accordatagli a più riprese. Quindi quelli che dovrebbero restare sono Pogba, Sturaro, Khedira, Marchisio e probabilmente il ‘nei secoli fedele’ soldatino Padoin. Puntuale in campo, un collante nello spogliatoio. Ovviamente il tormentone Pogba continuerà devastante e insopportabile fino all’inizio del prossimo campionato. Ma resterà. Tanto per essere chiari. A gennaio il Manchester City aveva offerto alla Juve 94 milioni di euro. Per noi è incedibile, ha replicato Marotta. Ma se volete, sentite il suo agente. Contattato, Raiola ha risposto: resta a Torino. Come è noto, Pogba ha un contratto che scade nel 2019. Per tenerlo, la Juventus farà lievitare – anche oltre i parametri fissati – il suo stipendio. E ovviamente stante i successi sportivi, anche gli stipendi degli altri avranno un ritocco. Sempre tenendo i conti in ordine, ma al rialzo. La rivista ‘Forbes’ ha incluso la Juventus al settimo posto tra le prime squadre al mondo, quanto a fatturato: 350 milioni. La stima per la stagione in corso è quella di scollinare i 400. Insomma un Pogba che resta farà gli interessi anche dei compagni. Ma le notizie, direte ? Una è questa: la Juve avrebbe chiuso in Brasile per Walace, per una cifra intorno ai 5-6 milioni. Walace è un mediano del 95′ alto 1.88, con qualche similitudine con Pogba e molte con Emerson. Un regista arretrato che dovrebbe mettere una pezza all’assenza di Marchisio (ancora auguri) per il noto infortunio. Per Matheus Pereira, altro brasilero (del 97′), trequartista di prospettiva, la Juve è praticamente ai dettagli. Ma il giocatore prima di arrivare a Torino, sarà parcheggiato in una squadra ‘amica’ per una stagione. Arriverà Mandragora, che a mio avviso non andrà in prestito ma resterà. Anche perché sa giocare in due ruoli: mediano e centrale di difesa. Una fonte attendibile mi dice che Marotta starebbe chiudendo per Cavani. Sic stantibus rebus mi sento di dire che Marotta probabilmente dispera di poter tenere Morata. Ma visto che Cavani (definito dalla stampa francese “tecnicamente inadeguato al PSG”) ama agire da prima punta e da solo, dovesse la notizia avere un fondamento, significherebbe anche che Allegri ha dato l’assenso a cambiare modulo di gioco. Due mediani, tre trequartisti, una punta. Quindi non uno, ma ben tre trequartisti: Berardi, Dybala e chi altro? Non lo so. Ma dovessi fare una ipotesi direi Bernardo Silva del Monaco. Giocatore a lungo seguito e al quale il Principato comincia a stare stretto. Mi ha chiesto un mio amico: e Bernadeschi? Piace molto ad Allegri, come piace ad Ancelotti, ho risposto. Ma la missione è davvero impossibile. I Della Valle non lo cederanno a meno di una offerta stratosferica. Ultima cosa: per via delle rose e dei giocatori che debbono provenire dalla Cantera, mi dicono che Filippo Romagna potrebbe passare direttamente dalla Primavera di Grosso alla prima squadra. Mi pare che non accada – in pianta stabile – alla Juventus, dai tempi di Galderisi. Ma potrei sbagliarmi.

Estratto da calciomercato.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *