Eurospin ritira prosciutto cotto: “Contaminato da batteri”
5 aprile 2016
Canone Rai: anziani e seconde case, come farsi esentare
6 aprile 2016

WhatsApp, maggiore sicurezza, le chat ora sono criptate

WhatsApp, maggiore sicurezza, le chat ora sono criptate

Anche per whatsApp arrivano maggiori sicurezze.

Infatti l’applicazione di messaggistica istantanea più popolare ha comunicato l’aggiornamento della sicurezza di chat e telefonate, con uno switch importante verso la crittografia “end to end”.

Questo consente che solo chi invia e chi riceve il messaggio sia in grado di leggerlo.

E’ stato un lavoro al quale stanno lavorando da oltre un anno e che ha richiesto molto tempo per essere reso attivo su tutte le piattaforme, ad oggi però il sistema è disponibile per tutti i suoi utenti.

L’annuncio è arrivato con un post su Facebook del fondatore di WhatsApp, Jan Koum, che dichiara: “La tecnologia WhatsApp, basata sul “Protocollo Segnale”, “assicura che solo tu e il destinatario possiate vedere quello che stai comunicando”. Terze persone (o anche sofwtare) non possono accedervi, neanche lo stesso WhatsApp”.

E questo perché le comunicazioni sono protette da un “message key”, una sorta di lucchetto di cui solo le persone coinvolte nella chat possiedono la chiave. La crittografia è automatica e non c’è bisogno di codici o manovre particolari per attivarla. Rimarranno ‘segreti’ anche i contenuti condivisi nelle chat di gruppo, così come le chiamate o i messaggi tra persone che si trovano in Paesi diversi.

Una novità che arriva quando il dibattito sul rapporto tra privacy e social è particolarmente acceso. Infatti recentemente è in corso un testa a testa tra Apple e governo americano sull’opportunità di sbloccare l’iPhone del killer di San Bernardino (California). L’azienda di Cupertino si è rifiutata di decriptare il codice del telefonino, nonostante l’ordinanza di un giudice, e ha fatto ricorso. Dopo mesi di confronti l’Fbi è riuscita ad accedere ai contenuti ma la diatriba, mediatica e giudiziaria, è ancora in piedi, con i grandi dell’informatica che si schierano chi per la difesa della privacy, chi per le garanzie di sicurezza.

L’innovazione di WhatsApp va decisamente in direzione della privacy e Koum sostiene: “Siamo lieti di fare la nostra parte per tenere le informazioni delle persone al sicuro da hacker”.

Questo però consentirà di tenere protette non solo le comunicazioni fra persone per bene, ma anche quelle fra criminali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *