”MIO FIGLIO CALCIATORE GUADAGNA 110MILA EURO ALLA SETTIMANA, IO VIVO IN UNA TOPAIA”
7 novembre 2016
Ecco i 10 Terremoti più Devastanti della Storia Umana – VIDEO
7 novembre 2016

”SONO LA ESCORT PIU’ RICERCATA DAI CALCIATORI, ATTORI E POLITICI, GUADAGNO 60 MILA EURO AL MESE” ECCO CHI SONO I MIEI CLIENTI

Il tema della prostituzione è da sempre molto dibattuto perché accanto alle ragazze che si trovano costrette a farsi pagare in cambio di sesso, ci sono anche quelle che volontariamente scelgono di dedicarsi a questa “professione”, le escort di alto bordo.

Le escort di alto bordo non si trovano in mezzo alla strada, si contattano su internet. Questo ti prostituzione è quella del terzo millennio, è quella del lusso e del comfort. Come riporta Dagospia, Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori di ECG, programma che va in onda su Radio Cusano Campus, la radio dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, hanno raccolto una testimonianza esclusiva di una ragazza che ha raccontato come è diventata, nel tempo, una delle escort più ricercate di Roma.
“Ho 27 anni – spiega la escort -. Ho iniziato appena ho compiuto i diciotto anni. Ho iniziato per gioco. Mi hanno sempre offerto dei soldi, visto che ero molto carina. La prima volta fu durante una cena tra amici. Ho cominciato così. Ora lavoro su appuntamento, a casa mia o casa degli uomini con cui faccio sesso. A volte anche in hotel. Sto su un sito internet, ho il mio profilo, le mie foto col viso coperto, mi trovano così. In Italia è vietato lucrare sulla prostituzione e infatti questi siti hanno server all’estero, in paesi dove queste cose sono legali”.
Ma quanto guadagna un escort di alto bordo? “Dipende dai mesi. Ci sono giorni in cui guadagno quattro mila euro. Giorni in cui ne guadagno mille. Diciamo che la media è attorno ai quaranta/sessantamila euro al mese. Questo lavoro mi piace. penso di farlo per altri cinque o sei anni. Ma sinceramente non so se riuscirò mai a smettere, adoro il brivido della trasgressione e del proibito” – confessa la ragazza.
I due conduttori, poi, cercano di andare ancora di più nel privato e fanno domande sui suoi clienti. “Tra i miei clienti c’è un po’ di tutto, l’età media è attorno ai 35-40 anni. Le persone sono tutte benestanti, molti sono famosi. Tra i miei clienti ci sono calciatori, attori, politici. Perché i calciatori frequentano escort? Perché possono permettersi cose preziose. E poi io non creo problemi, garantisco privacy e professionalità. Qualche calciatore mi ha chiesto addirittura di fidanzarmi con lui. Sono stata con giocatori della Roma, Lazio, Cesena e Atletico Madrid. L’ultimo calciatore che ho avuto tra i clienti mi ha chiamato dopo avermi vista sul sito, chiaramente non dicendomi chi fosse, mi ha chiesto di andare a casa sua e poi ha capito che l’avevo riconosciuto. Gioca nella Roma, ma non mi fate dire dettagli”.
Ma dopo questa confessione, la escort si spinge oltre e spiega che non è tutto oro quello che luccica. Più volte, infatti, la ragazza è stata usata come “tangente” per corrompere qualcuno: “Mi è capitato di essere regalata per qualcosa. Magari fornitori che per prendersi un appalto regalano una notte con una escort. Ho degli amici importanti, imprenditori a grandi livelli che producono delle cose e per venderle devono fare qualche regalino. Una escort, in questo senso, può essere un bel regalino”.
Ma proprio sul finire dell’intervista la escort di alto bordo rivela come tra donne che fanno il suo stesso “mestiere” ci sia moltissima invidia. “Io non ho paura che quando mi incontro con un uomo voglia derubarmi – conclude -. Nella mia abitazione, però, ho diversi sistemi di sicurezza. Qui a Roma c’è molta invidia. Mi è capitato più volte che mi entrassero in casa i ladri per rubarmi 3 mila euro. Niente di che. Era solo qualche collega invidiosa che voleva farmela pagare perché guadagno più di lei. Il mio vero problema è versare i soldi. In banca non posso mettere più di tanto. Vorrei pagare le tasse, se il mio lavoro fosse regolarizzato potrei avere molti meno problemi e mettere i soldi da parte con maggiore facilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *