ORA LA CONOSCIAMO CON QUESTO VOLTO, VLADIMIR LUXURIA: ECCO LE FOTO DI QUAND’ERA UOMO
11 novembre 2016
Sesso nel garage: ad attenderli un destino terribile
12 novembre 2016

L’innovativa invenzione di Daniel Edward che rispetta l’ambiente

Ormai le stampanti 3D stanno diventando di uso comune. Ma oggi la novità sono le penne 3D, per tutti gli appassionati, capaci di realizzare delle incredibili creazioni.

Rispetto alle stampanti, le penne sono più economiche, molto più comode ma senza perdere nessuna funzione, così da poter realizzare delle piccole creazioni anche per hobby.

Unico neo delle penne rispetto alle stampanti, è il composto di plastica che viene utilizzato come inchiostro. Infatti tende, tuttavia, a consumarsi velocemente.

Una bellissima e utilissima invenzione viene da Daniel Edwards.

Per evitare l’abuso di plastica, rifiuto dannoso per l’ambiente, Daniel ha creato l’inchiostro delle cartucce per le penne 3D riciclando la plastica di bottiglie vuote e altri rifiuti plastificati.

Renegade, così si chiama l’invenzione di Edwards arriverà presto sul mercato al costo di 99 dollari. La penna sarà accompagnata da un altro strumento, chiamato Chupa Cut, che trasformerà la plastica in filamenti da inserire nella penna. E così si potrà scrivere a tre dimensioni, realizzando mini creazioni.

Probabilmente questa invenzione farà breccia nel cuore dei teenager, e l’idea del riciclo sarà davveo importante.

Pertanto sarà possibile immediatamente trasformare una bottiglietta di plastica, in regali oppure oggetti necessari immediatamente, ad esempio un cucchiaino da usare per mangiare il gelato perché la paletta si è appena spezzata.

Un altro buon aiuto nella quotidianità senza “sporcare” l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *