LA PROFEZIA DI BABA VANGA ”BARACK OBAMA SARA’ ULTIMO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI”: ECCO COSA STA PER ACCADERE
10 novembre 2016
LE 6 PROMESSE DI DONALD TRUMP CHE SPAVENTANO TUTTO IL MONDO
10 novembre 2016

IL NUOVO TATUAGGIO DEL CAMPIONE NON PASSA INOSSERVATO: ECCO DI CHI SI TRATTA

Un calzettone disegnato sulla pelle. No, un ‘parastinchi’ griffato col numero emblematico per il calciatore, il ’10’ che agli argentini porta alla memoria le magie di Maradona e le vittorie più belle della Seleccion. E’ l’ultimo tatuaggio che Lionel Messi ha esibito di recente, quando l’obiettivo dei fotografi s’è focalizzato sulla gamba sinistra della stella catalana immortalando il fregio scelto dal campione, una fantasia che ha sostituito la composizione di spada, rose, ali e pallone da calcio (il vecchio bozzetto tratteggiato sull’arto) e adesso fa da contorno alle manine del figlioletto Thiago che spiccano sul polpaccio.

Dal volto di Cristo alla Sagrada Famiglia, gli altri tatuaggi della Pulce

Un vezzo che va ad aggiungersi agli altri tatuaggi che la ‘Pulce’ ha scelto per ornare il proprio corpo e divenuti un ‘must’ per i tanti tifosi della Seleccion e dei blaugrana. Sul deltoide del braccio destro del Pallone d’Oro compare il volto di Cristo, interpretato come simbolo della propria devozione e della Fede. Un affresco che sembra richiamare l’immagine che ricopre tutto il braccio destro: una rosa che sovrasta un fiore stilizzato e un particolare architettonico della Cattedrale di Barcellona. Quel disegno è ispirato alla Sagrada Familia, imponente basilica cattolica progettata dall’architetto Antoni Gaudì, considerato il massimo esponente del modernismo catalano. Sulla spalla sinistra, invece, Messi reca un tatuaggio dedicato alla madre, è il volto della donna che porta sempre con sé quasi come angelo custode.

Altra piccola curiosità: di recente la stella del Barça s’è trasformato anche in tatuatore… è successo quando ha voluto lasciare un autografo speciale sul polso di Roberto Lopez, l’esperto tattoo che ha aiutato Messi a ornare il proprio corpo: cosa ha scritto? Semplice, il numero dieci come ricordo a futura memoria del campione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *