“Beautiful Curvy”: il calendario delle modelle dalle forme morbide
23 marzo 2016
Pericolo ISIS in italia
Pericolo ISIS in italia , un iracheno è stato fermato dalla Digos nella città di Sorrento
23 marzo 2016

Ecco perché i piloti abbassano le luci durante il decollo e l’atterraggio

Ci sono segreti che i piloti d’aereo e i membri dell’equipaggio costudiscono gelosamente. Uno di questo è perché le luci della cabina passeggeri vengono abbassate durante le fasi di decollo e atterraggio.

Non si tratta di uno stratagemma per “catturare” l’attenzione di chi è a bordo, bensì di una procedura molto importante per la sicurezza di chi viaggia. A rivelarlo è proprio un pilota, Chris Cooke, parlando con il magazine Travel+Leisure.

Spegnere le luci in decollo e atterraggio è una misura precauzionale che permette agli occhi dei passeggeri di adattarsi al buio più rapidamente per individuare al meglio le uscite di sicurezza nel caso che qualcosa andasse storto. Decollo e atterraggio sono infatti le fasi più delicate del volo.

“Immaginate di trovarvi in una stanza luminosa a voi familiare e piena di ostacoli. All’improvviso qualcuno spegne le luci e vi chiede di uscire rapidamente”, ha spiegato Cooke.

Per lo stesso motivo viene chiesto di tenere i finestrini alzati: in caso di emergenza, infatti, senza illuminazione interna, la luce naturale che proviene dall’esterno può aiutare i passeggeri a mettersi in salvo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *