“Offro sesso, chiamatemi”. Scrive il numero della ex moglie sui bagni dell’autogrill: condannato
2 marzo 2017
“Cercasi stagista per bere birra in giro per il mondo”, il lavoro e lo stipendio sono da sogno
3 marzo 2017

“Musk non riuscirà a portare i turisti intorno alla Luna nel 2018”

“Elon Musk è un bravissimo imprenditore e un grande comunicatore che già in passato non ha mancato di stupirci, ma stavolta faccio davvero fatica a immaginare che dietro a questo nuovo annuncio ci sia qualcosa di concreto”. Per Giovanni Bignami astrofisico e accademico dei lincei, sarà davvero difficile che entro il prossimo anno (2018) la SpaceX sia in grado di portare due uomini in orbita intorno alla Luna.

Perchè è così scettico?

Ci sono due ordini di motivi per cui non credo che Musk possa davvero portare a compimento quanto promesso. Il primo motivo è di ordine tecnico. La SpaceX non ha il missile adatto a compiere questa impresa. Il Falcon 9, il vettore di punta della società di Musk è davvero un gran bel gioiellino, ma non è in grado di affrontare quel tipo di missione. Non ha la potenza necessaria e non vedo all’orizzonte nuovi progetti in  grado di fare altrettanto. Anche se avesse un nuovo missile più potente in fase di sviluppo, un anno è troppo poco per avere un vettore efficiente e omologato

Qual è invece il secondo motivo per cui pensa che quello di Musk sia un bluff?

E’ di carattere politico. La SpaceX non ha ancora il permesso per portare nello spazio equipaggi umani e non credo che la Federal Aviation Administration (FAA), possa concederlo così velocemente. Per poter andare con un equipaggio umano nello spazio occorre mettere in campo così tante misure di sicurezza che al momento questa possibilità è difficile che possa essere effettuata da soggetti privati.

Quanto potrebbe costare togliersi lo sfizio di un paio di orbite intorno alla Luna?

Se dovesse riuscire nell’impresa, questa crociera sarebbe di gran lunga una cosa più importante di quella proposta da Richard Branson con la sua VirginGalactic, che invece prevede solo una breve esperienza di volo sub orbitale. Difficile dire quantificare ed Elon Musk non ha svelato i costi di questa operazione. Se però pensiamo che ogni Falcon 9 costa intorno ai novanta milioni di dollari cui si devono aggiungere i costi di controllo missione a Terra, non è difficile immaginare una cifra di almeno 300 milioni di dollari. Ma alla fine, se, riuscisse a farlo, avrebbe un ritorno in termini di immagine talmente grande che ripagherebbe ogni perdita e ciascuno di noi, vorrebbe avere una Tesla in garage!


fonte: agi.it

Comments are closed.