Trump mette paura ad Apple e General Motors
5 gennaio 2017
Laura Barriales in “missione rizza palme”: l’account della spagnola diventa hot – LA GALLERY
5 gennaio 2017

Kissenger: il simulatore di baci da smartphone per le relazioni a distanza

Avete una relazione a distanza? Vi mancano i baci della nonna che vive a centinaia di chilometri da voi? Soffrite di carenza d’affetto generica? Bene, da oggi c’è un rimedio a tutto questo, e si chiama Kissenger.
No, non siamo impazziti, non stiamo parlando della celeberrima trasmissione parodica di Crozza che porta un nome simile, e non stiamo facendo una televendita degna del miglior Mastrota. L’aggeggio di cui parliamo oggi esiste davvero, ed è stato sviluppato dall’Imagineering Lab alla City University di Londra.

Ma cos’è e a cosa serve Kissenger? Si tratta di un dispositivo che si collega allo smartphone e permette di sentire ed inviare i baci da e verso la persona amata, attraverso un raffinato sistema di sensori di pressione ed attuatori che simula i baci sulla bocca o sulla guancia.

E, se ve lo state chiedendo, ecco pronta la risposta per voi: no, non funziona per i baci con la lingua, questa “funzione” non è ancora supportata.

Il simulatore di baci funziona tramite un’app da installare sul proprio smartphone, che raccoglie i dati del bacio inviato e cerca di riprodurlo al meglio possibile sul Kissenger del ricevente.

Il primo prototipo sviluppato dal ricercatori londinesi funziona solo con iOS e si collega al terminale tramite jack cuffie – per la felicità dei possessori di iPhone 7. Come potete notare dalla foto in galleria, è previsto un alloggiamento per lo smartphone sulla parte superiore, mentre la parte che simula le labbra è costruita in silicone.
Onestamente, non sappiamo quanto possa avere senso un oggetto del genere, ma siamo pronti a scommettere che, se venisse davvero rilasciato sul mercato, sarebbe probabilmente ben accolto da una parte degli utenti, soprattutto in Giappone e in altri mercati orientali abituati a questo tipo di gadget fuori dal comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *