Dieta Detox post Natale: come smaltire i chili di troppo prima di Capodanno 2017 e tornare in forma
28 dicembre 2016
Usa, bufera sul co-presidente della campagna di Trump: «Cosa vorrei dal 2017? La morte di Obama»
28 dicembre 2016

7 cose che sarebbe meglio NON FARE a Capodanno

Capodanno here we come Anno nuovo alle porte, tempo di bilanci. Di somme tirate e obiettivi nuovi o da rinnovare. E se il 2016 si chiude e si rubrica tra le annate più sciagurate di sempre (gli addii a personalità gigantesche si elencano), il 2017 sarà con tutta probabilità l’anno dei cambiamenti (veri. Chi lo dice? Saturno, e chi se no?). Fedelissimi al motto (che suona più come una propaganda) anno nuovo, vita nuova, in attesa del countdown e del party del secolo, ripassino delle cose (almeno sette) rigorosamente da NON fare durante l’ultima notte dell’anno. Per tutelare good vibes e reputazione…

  1. «A Capodanno dico basta alla tortura dei tacchi troppo alti» Un primo buon proposito che potrebbe diventare definitivo (per la salute delle caviglie, dopo il terzo brindisi, ancor più fragili). Comprendere che la sofferenza long lasting stona con l’attitudine da party-girl. E poi va a finire sempre così: con le décolletées abbandonate ai piedi del divano. Meglio prolungare il desiderio di far festa e optare per un paio di tacchi democratici.
  2. «A Capodanno dico basta all’abbuffata da cenone» E all’XXL in generale. L’obiettivo è trovare la misura. Prendere quelle giuste per la vita è il prossimo.
  3. «A Capodanno dico basta ai mini dress troppo mini» Ai fini del buon gusto ma non solo. Il pericolo da sventare è uno e uno soltanto: la bronchite del primo giorno dell’anno. Basta micro abiti soprattutto se il cenone si tiene a Madonna di Campiglio.
  4. «A Capodanno dico basta procrastinare» E poi vediamo come va…
  5. «A Capodanno dico: datti un tono all’open bar» Per la serie: disco party non ti temo ma ti tengo d’occhio. Il pericolo perdita del controllo è tutt’altro che raro, soprattutto quando la festa ha come il plus l’open bar illimitato. Perché rischiare di non arrivare lucidissimi al conto alla rovescia…
  6. «A Capodanno dico basta alla lista dei buoni propositi» Ne basta uno, da compilare come si deve e portare a termine per lasciare spazio ai prossimi.
  7. «A Capodanno dico basta allo stress» E all’ansia da prestazione: il peggio, alias scegliere cosa fare a Capodanno, è passato. Godersi l’ultima notte dell’anno con i migliori propositi è il modo per attirarsene di ancor più speciali. E poi le lenticchie faranno il resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *