Ecco le navi fantasma (le vedi, ma vanno senza equipaggio)
15 giugno 2017
Ecco perché le funivie nelle città funzionano alla grande
17 giugno 2017

Le idee di 18 under 30 per cambiare il mondo. Premiate

Sono 18 le idee progettuali vincitrici di ‘Youth in Action for Sustainable Development Goals’ il concorso che permetterà ai giovani under 30 di acquisire nuove competenze nell’ambito della sostenibilità e di svilupparle all’interno di grandi aziende e realtà appartenenti al mondo del non profit.

“Io credo che ce la possiamo fare, nonostante il cinismo, il buio, la confusione e le politiche inadeguate. Il messaggio più importante che voglio dare è che le idee contano. Possono influenzare la politica molto di più di quanto non si aspettano i cinici più incalliti” – queste le parole di Jeffrey D. Sachs, economista di fama mondiale, professore alla Columbia University di New York, Senior Advisor alle Nazioni Unite e direttore di SDSN Sustainable Development Solutions Network.

Un pensiero, quello di Sachs, che si sposa perfettamente con gli obiettivi del concorso Youth in Action for SDGs promosso sulla piattaforma digitale ideaTRE60 da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli con il supporto di ASviS, SDSN Youth, AIESEC, RUS (Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile) e Fondazione Collegio delle Università Milanesi.

Il concorso rivolto ai giovani under 30 ha premiato le migliori idee progettuali capaci di favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) in Italia e ha visto il coinvolgimento di studenti provenienti da quasi tutti gli atenei italiani ma anche esteri. 180 le idee arrivate in totale di cui 93 ammesse alla fase finale. Numeri che evidenziano un interesse sempre maggiore verso i temi contenuti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Le tre fondazioni hanno messo a disposizione di tutti i partecipanti un percorso formativo suddiviso in 4 moduli in modalità e-learning sui temi: “Getting to Know the Sustainable Development Goals”, “Business & the SDGs”, “Come costruire un Elevator Pitch efficace”, “Come costruire un Business Plan efficace”. Inoltre i 40 finalisti hanno partecipato al workshop formativo finalizzato al perfezionamento della propria idea progettuale.

Mettere in pratica queste idee “non è importante solo perché fa bene all’ambiente, ma anche perché rappresenta un motore di economia sana”, ha spiegato all’Agi Anna Puccio, segretario generale di Fondazione italiana Accenture. “In tutte le idee e le attività dei ragazzi, ho visto delle opportunità di nuove start up, che si traducono in posti di lavoro e in opportunità economiche”, ha aggiunto Puccio. Per questo motivo, sin dall’inizio, “lo scopo era far capire ai ragazzi che le idee dovevano avere riscontri concreti, dovevano diventare reali”. Ne è venuta fuori “un’opportunità rara” sia per quanto riguarda la “fattibilità dei progetti”, sia la destinazione tutta italiana.

A ciascuno dei vincitori è offerto uno stage retribuito (dai 3 ai 6 mesi) messo a disposizione da Promotori (FEEM, FGF, FIA) e Partner dell’iniziativa: Accenture, Autogrill, A2A, Croce Rossa Italiana, Eataly, Fondazione Acra, Fondazione Bracco, Fondazione Milano Expo 2015, Microsoft, MM, Techsoup Italia, UBI Banca, Unicredit, Unipol, VOX- Osservatorio Italiano sui Diritti e WWF.

I VINCITORI

Accenture – Beatrice Lamonica, Responsabile Divisione Sustainability Service ha premiato Daniele VANETTI – progetto: NoPACK

Autogrill – Silvio de Girolamo, Chief CSR&IA Officer ha premiato Darlain EDEME – progetto: COOPERAZIONE

A2A –  Manuela Baudana, Responsabile CSR ha premiato Gaia MUSMECI – progetto: SEA WATCHERS

Croce Rossa Italiana –  Adalberto Pavoni, Programme Coordinator ha premiato Paula PEREZ BRIONES – progetto: PIATTAFORMA DI PARTECIPAZIONE CIVICA PER GLI SDGs

Eataly – Marina Cappannini, Senior Content Strategist ha premiato Lorenza SGANZETTA – progetto: GPP PER IL PARCO AGRICOLO DI MILANO

Fondazione Acra – Bernardo Notarangelo, Chief Operating Officer ha premiato Carol MAIONE-progetto: BIOMASS 4Light

Fondazione Bracco – Gaela Bernini, Responsabile Progetti Scientifici e Sociali ha premiato Christian SALVATORE – progetto: TRACE4AD

Fondazione Eni Enrico Mattei – Isabella Alloisio, Senior Researcher ha premiato Federico AMATO – progetto: SMART COMMUNITY, EFFICIENT BUILDING!

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli – Francesco Grandi, Responsabile Coordinamento Operativo ha premiato Carola STINCHELLI – progetto: ENVIRONMENTAL EDUCATION CHALLENGE

Fondazione Italiana Accenture – Anna Puccio, Segretario Generale ha premiato Gaia GUADAGNOLI – progetto: BRETMAPS

Microsoft – Tiziana Pollio, Corporate and Consumer Communications Lead ha premiato Sara ELLI – progetto: MAMME E LAVORO DECENTE

MM – Davide Corritore, Presidente MM ha premiato Marco FALASCA – progetto: MAC

Techsoup Italia – Alfredo Scarfone, Board Member SocialTechno impresa sociale Srl ha premiato Angelo CORAZZA: progetto CREAZIONE DI UNA ECONOMIA CICLICA DELLA BIOMASSA

UBI Banca – Damiano Carrara, Responsabile Funzione Corporate Social Responsibility ha premiato Chiara MOLINARO – progetto: MY SAFE CURE

Unicredit – Laura Penna, Deputy Head Social Impact Bank ha premiato Emanuele FERRARI – progetto: FALLSAFE

Unipol – Maria Luisa Parmigiani, Responsabile Sostenibilità gruppo ha premiato Michelle SEMONELLA – progetto: STRESS MANAGER

VOX– Osservatorio Italiano sui Diritti – Massimo Clara, avvocato e fondatore di Vox Osservatorio Italiano sui Diritti ha premiato Chiara GEMMITI – progetto: L’ALTA TECNOLOGIA E’ LA BASSA AUTOMAZIONE

WWF – Chiara Pirovano, Responsabile Formazione, Educazione e Innovazione ha premiato Francesca INSABATO – progetto: ESN – ECOSYSTEM SERVICES NETWORK

Uno dei premiati sarà presente all’evento di chiusura del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile, organizzato a Roma dalla Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (AsviS), il 7 giugno, ed esporrà il suo progetto alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

SDSN Youth ha decretato e premiato Alessandro Biagetti con il progetto “Let’s sharing Aquaponic System”, vincitore del “SDSN Youth Solutions for SDGs”, il premio speciale per l’idea progettuale che volerà a New York alla International Conference on sustainable Development (ICSD) 2017, la più importante conferenza mondiale dedicata ai temi dello Sviluppo Sostenibile.

Fondazione Milano Expo 2015 ha decretato e premiato Sara Elli con il progetto “Mamma e lavoro decente”, vincitore del Women Empowerment for EXPO Astana 2017, il premio speciale per il candidato che avrà l’opportunità di fare un’esperienza all’Expo di Astana.

“I giovani sono gli autentici motori del cambiamento e con questo concorso ne abbiamo nuovamente avuto la riprova. Tutti i progetti pervenuti ci hanno colpito per la visione e la piena consapevolezza dell’importanza che gli SDGs hanno per lo sviluppo sostenibile anche del nostro Paese. Gli under 30 dimostrano una volta di più di essere cittadini consapevoli, capaci di prendere in mano il futuro che è loro in piena sintonia con i valori della sostenibilità” – sottolinea Anna Puccio Segretario Generale di Fondazione Accenture.

“Le molte e interessanti proposte presentate inducono a pensare che sia efficace la sensibilizzazione dei giovani sui temi dell’Agenda 2030 che FEEM sta portando avanti, anche in qualità di rappresentante di SDSN Italia (Sustainable Development Solutions Network Italia). FEEM crede che i giovani debbano avere un ruolo da protagonisti per il raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030: sono loro, che in qualità di decisori e leader del domani, devono mobilitarsi oggi per contribuire a rendere la nostra società, ma soprattutto la loro vita futura, veramente sostenibili” – ricorda Sabina Ratti, direttrice di Fondazione Eni Enrico Mattei

“L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile adottata dalle Nazioni Unite non solo pone sfide urgenti per il futuro ma comporta anche responsabilità necessarie. La partecipazione attiva e la mobilitazione delle competenze soprattutto dei più giovani è fondamentale per affrontare le criticità del contemporaneo – dalla povertà alle esclusioni sociali, dal cambiamento climatico all’accesso all’educazione – generando idee, discutendo pratiche, confrontando soluzioni. Una società più equa, giusta e sostenibile per tutti si costruisce anche così: partecipare insieme al cambiamento collettivo e dare al futuro una possibilità” – afferma Massimiliano Tarantino, Segretario Generale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Per leggere il bando completo: youthinactionforsdgs.ideatre60.it

Comments are closed.