Tutti i social down ecco cosa sta succedendo
14 Luglio 2019
Limone: ecco i sui benefici per la salute
26 Luglio 2019

FaceApp, possiede l’accesso a oltre 150 milioni di volti cosa c’è dietro…

Ragazzi L’app virale FaceApp ora possiede l’accesso a oltre 150 milioni di volti e nomi di persone amici che pubblicano foto di se stessi ora e elaborata dalla app nel futuro sono passati giorni che praticamente tutti nei social pubblicavano queste immagini…

Ebbene sì la app virale FaceApp ha dato alle persone il potere di cambiare le loro espressioni facciali, e pure il loro aspetto in modo incredibilmente perfetto e impressionante e ci troviamo ringiovaniti o invecchiati di diversi anni.
Cacchio davvero uno spettacolo… ma come cavolo fanno… sono dei geni…
Ma… si c’è un ma come ormai avrete sentito dire… infatti se è vero che ci hanno stupito allo stesso tempo, tutte le persone che hanno dato a FaceApp il loro volto per farlo trasformare nel tempo gli hanno pure dato il potere di usare le loro immagini – e i nomi – per qualsiasi scopo gli sia utile e per tutto il tempo che lo desiderano…

Andando a fare due conti approssimativi Più di 100 milioni di persone hanno scaricato l’app da Google Play e Apple store nel quale è adesso l’app più quotata sull’App per iOS in 121 paesi.

secondo i termini di servizio di FaceApp le persone possiedono ancora il proprio “contenuto utente” ovvero le immagini creste del volto ma la società possiede una licenza royalty-free infinita e irrevocabile per fare tutto ciò che vuole con queste …

Vi leggo quello che accettiamo scaricando la app tradotto nel meglio modo in italiano:
Concedi a FaceApp una licenza sub-licenziabile perpetua, irrevocabile, non esclusiva, esente da royalty, in tutto il mondo, interamente pagata, trasferibile per utilizzare, riprodurre, modificare, adattare, pubblicare, tradurre, creare opere derivate da, distribuire, eseguire pubblicamente e visualizzare il tuo Contenuto utente e qualsiasi nome, nome utente o somiglianza forniti in relazione al Contenuto dell’utente in tutti i formati e canali multimediali ora conosciuti o successivamente sviluppati, senza compenso per l’utente. Quando pubblichi o condividi in altro modo i Contenuti dell’utente su o tramite i nostri Servizi, capisci che i Contenuti dell’utente e qualsiasi informazione associata (come il tuo [nome utente], posizione o foto del profilo) saranno visibili al pubblico.

Insomma questo in buona ma sostanza significa che possiedono una licenza per fare tutto ciò che vogliono con i nostri dati. Ciò non significa che la società madre russa dell’app, Wireless Labs, potrà offrire che ne so il nostro a qualche società e potremo finire esempio su un cartellone da qualche parte a Mosca, ma molto più probabilmente il nostro viso finirà per addestrare un algoritmo di riconoscimento facciale.

Purtroppo parliamo di privacy all’inverosimile… ne parlavamo in un mio video qualche giorno fa sui piccoli droni che devono essere registrati perché hanno una camera e ledono la privacy…
Ma poi i dati che raccolgono queste app virali non sono sempre archiviati in modo sicuro, protetto, privato.

Dunque credo che ogni qual volta andiamo a installare una app diffidiamo sempre se desidera accedere accettando una una licenza ai contenuti e / o alla nostra identità digitale.

Leggevo che l’ex manager di Rackspace Rob La Gesse ha dichiarato che
Per far funzionare FaceApp, devi concedergli le autorizzazioni per accedere alle tue foto, TUTTE. Ma lui ottiene anche l’accesso a Siri e Search …. e l’accesso al refresh in background – quindi anche quando non stiamo usando la app loro ci stanno usando.
E in effetti quello che sta succedendo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *