516mila euro per risarcire l’errore giudiziario di Raffaele Sollecito e Amanda Knox. A pagare sono sempre i cittadini
31 ottobre 2016
Triangolo delle Bermuda, la scoperta: navi e aerei scompaiono a causa delle nubi esagonali
31 ottobre 2016

Pazzesco, “è finito l’olio di oliva” Un incubo sulle nostre tavole Comprarlo senza farsi fregare

Allarme della Coldiretti: olio di oliva, scorte per sei mesi

Le scorte stanno finendo. L’olio di oliva Made in Italy sarà “razionato” e le riserve di extravergine “saranno esaurite entro i primi sei mesi del 2017“. Tutta colpa “del crollo del 38% della nuova produzione che scende a 298 milioni di chili”, un valore vicino ai “minimi storici di sempre. A lanciare l’allarme è la Coldiretti che ha promosso per tutto il weekend nei mercati di Campagna Amica, da Roma a Milano fino a Palermo, iniziative di conoscenza “per aiutare i consumatori a fare scelte di acquisto consapevoli di fronte a un inevitabile aumento dei prezzima anche del rischio di frodi ed inganni”.

Rincari – “I prezzi alla borsa merci di Bari, che è la più rappresentativa a livello nazionale, sono in significativo aumento con un balzo nell’ultima settimana del 43% per l’extravergine rispetto all’inizio dell’anno”, avverte Coldiretti. Le stime produttive classificano l’Italia come secondo produttore mondiale nel 2016/17 con la Puglia che si conferma essere la principale regione di produzione nonostante il calo, mentre al secondo posto si trova la Calabria con una riduzione della produzione inferiore alla media nazionale e sul gradino più basso del podio si trova laSicilia dove il taglio dovrebbe essere più marcato a causa delle condizioni meteorologiche primaverili che hanno causato perdite in fioritura.

fonte: www.liberoquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *