Gli italiani riprendono a spendere per le vacanze
29 luglio 2017
Meteo, il caldo record ha le ore contate: nei prossimi giorni temperature giù di dieci gradi
5 agosto 2017

Milan, ancora guai con le fideiussioni: BPM dice no a garanzie per Bonucci e Biglia

Banca BPM non ha ancora concesso le fideiussioni come garanzia per gli acquisti di Bonucci e Biglia. Il Milan, dovrà girare alcuni degli asset già impegnati con il fondo Elliott, oppure sentire un’altra banca internazionale, che fornisca contro garanzie. Il tutto entro l’11 Agosto, in caso contrario non saranno ritenuti validi gli acquisti di Bonucci e Biglia.

Bonucci e Biglia? Un affare non completato! I due non sono stati convocati in Europa League non solo per il loro stato di forma, ma il tutto è dipeso dal mancato transfer a causa della fideiussione non concessa per l’esborso di denaro da destinare a Juventus e Lazio. Secondo Calcioefinanza.it, il Milan si è rivolto a diverse banche per ottenere garanzie per i pagamenti dei suoi ultimi acquisti, garanzie che non sono però arrivate… Una su tutte quella del Banco BPM (tra l’altro sponsor della società Milan fino al 30 Giugno 2019), che non ha dato la sua garanzia in base alle condizioni attuali del bilancio della società rossonera, rispondendo di non poter concedere alcuna fideiussione.

Niente di eccezionale, visto che per le regole del mercato bancario, sono tante le fideiussioni ‘rifiutate’ dagli istituti di credito nei confronti dei club di Serie A, costringendo gli stessi club a fornire contro garanzie che nella maggioranza dei casi si calcolano con i famosi ‘asset’. Asset che possono configurarsi in crediti su futuri ricavi, immobili o altro, citati proprio da Fassone qualche giorno fa nel video di risposta a Pallotta che denunciava una situazione non proprio trasparente in casa Milan.

Niente di preoccupante, anche se il Milan ha qualche problema in più. Il discorso asset è stato infatti già utilizzato dalla nuova società, ma impegnato come pegno per il finanziamento effettuato attraverso il fondo statunitense Elliott, tramite la Project Redblack.

Banco BPM, dalla sua, ha indicato comunque due stradi possibili al Milan per ottenere queste fideiussioni, liberare qualche asset dato in garanzia ad Elliott, in modo da girarlo come contro garanzia alla banca, oppure andare a sentire un’altra banca internazionale che possa fornire una contro garanzia alla stessa BPM (non si possono usare come asset i ricavi dai diritti televisivi per la stagione che sta per iniziare, avendoli già usati come garanzia per Elliott).

Il Milan deve quindi affrettare i tempi per sistemare la questione, visto che il deposito delle fideiussioni dirette a garantire la rateizzazioni dei pagamenti previsti per operazioni di mercato entro il 31 Luglio 2017, devono essere presentate entro l’11 Agosto 2017, oltre al pagamento della prima rata che corrisponde al 20% del saldo finale per la stagione 2017/2018. In caso contrario, in maniera clamorosa, tutti i contratti effettati risulterebbero non validi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *