Dalla cybersecurity al phishing: come difendersi da chi dà la caccia ai nostri dati
20 gennaio 2017
La terra continua a tremare, tutto quello che che c’è da sapere sul terremoto
20 gennaio 2017

La Juventus e la sudditanza psicologica: i bianconeri alzano la voce e passano al contrattacco

La decisioni del giudice sportivo di non squalificare Massimiliano Allegri ha creato grandi polemiche, la Juventus non ci sta per le accuse di “sudditanza”

LA JUVENTUS E LA SUDDITANZA PSICOLOGICA, BIANCONERI AL CONTRATTACCO – Sudditanza? La Juventus non ci sta e come riporta anche ‘TuttoSport’ alza la voce dopo le ultime vicende, in particolar modo in seguito alle decisioni del giudice sportivo che ha deciso di non punire il tecnico Massimiliano Allegri dopo le frasi non proprio gentili al quarto uomo in occasione della gara contro la Fiorentina. L’accusa che viene fatta dall’esterno è quella che non viene usato lo stesso metro di giudizio, per un episodio considerato simile è stato punito il tecnico dell’Atalanta Gasperini con ben due giornate, nessun provvedimento per il bianconero.

La Juventus allontana le accuse e passa al contrattacco. Il club bianconero anzi si sente penalizzato dalla decisioni dell’arbitro Banti che sul punteggio di 2-1 per la Fiorentina non ha assegnato un rigore per un chiaro fallo di mano di Gonzalo Rodriguez su cross di Pjaca.

La sconfitta contro la Fiorentina è stata per un certo verso meritata, la dirigenza bianconera non aveva alcuna intenzione di addebitare la sconfitta a qualche svista arbitrale ma dopo le pesanti critiche ha deciso di non stare zitta. La Juventus vince perchè è la squadra più forte: è questo il messaggio che vuole mandare la società bianconera. 

Comments are closed.