Auguri di Buon Natale: frasi per fidanzati e genitori
24 Dicembre 2016
Dybala si sfoga sui social dopo il rigore sbagliato: la Joya cita Michael Jordan
24 Dicembre 2016

Juventus, scoppia il caso Dybala

“Li prenderei a calci”. Allegri si sfoga in campo davanti a Marotta e Paratici, prendendosela con i propri giocatori dopo la sconfitta ai rigori con il Milan in Supercoppa.

CASO DYBALA – Come si legge sulla Gazzetta dello Sport, forse il primo indiziato è Paulo Dybala. Allegri decide di tenerlo ancora una volta in panchina, per la quarta volta di fila. Paulo non è contento, ma il suo gol non arriva e le stoccate scattano in automatico. “Se ho rimpianti per non averlo messo dall’inizio? Nessuno. Dybala ha giocato 60 minuti, ha avuto occasioni per fare gol. Con una partita andata in questo modo, Dybala doveva e poteva determinare. Sono molto arrabbiato. Perché in campo diventano importanti tutti, pure coloro che entrano dopo”. La traduzione è che Paulo non deve minimamente avere il muso lungo per la quarta panca consecutiva. Paulo deve far vincere le partite. E stop.

MUSO LUNGODybala si aspettava di poter tornare titolare e ovviamente oggi diventa un caso. Lui stesso aveva detto di essere “pronto già da quando sono rientrato, ovvero dal 7 dicembre contro la Dinamo Zagabria. Se la sentiva di poter giocare dall’inizio, ma Allegri è andato verso l’iceberg-Pjanic e tutto, poco alla volta, è andato a sbattere contro il Milan. Già, Dybala si attendeva di essere titolare dopo aver toccato la panchina e piccoli spezzoni di gara contro i croati, contro il Torino (cambiando la partita) e contro la Roma. Sembrava che Allegri l’avesse dosato proprio per la finale di Supercoppa. Invece no. L’ha dosato a tal punto che l’ha rimesso dopo. E lui non c’è rimasto bene. Il problema è che le occasioni le ha create o se le è trovate: niente colpo decisivo, però. E quando quel rigore è stato parato da Donnarumma dopo quell’occasione sparata in tribuna (girata al volo di sinistro), Allegri non ci ha visto più dalla rabbia. Il pubblico lo aveva evocato, Max lo ha infilato ma senza riceverne il giusto tocco magico: i due si rivedranno il 1° gennaio e ne riparleranno, a mente fredda. 

PUNTO RINNOVOOra, però, c’è sempre la questione legata al contratto. Proprio due giorni fa, a una domanda di un giornalista di Abu Dhabi convinto che avesse già firmato l’allungamento, La Joya ha risposto: “Non ho firmato ancora nulla, e di questa cosa non voglio parlare”. Infastidito? Probabilmente no, ma certamente pareva essere il primo e invece sono arrivati Sturaro, Rugani e Bonucci prima di lui. La questione è aperta, il Real Madrid e il Barcellona guardano, ma che Dybala rimarrà alla Juventus è una quasi-sicurezza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *