coop olio di palma
Coop: Olio di Palma via da tutti i prodotti alimentari a marchio Coop
8 Maggio 2016
Capelli che cadono? Scoperto nuovo metodo rivoluzionario
8 Maggio 2016

Juve sì, Chelsea no: le scelte di Pogba

Un’estate in vetrina. Quando hai un gioiello è sempre così, livello di attenzione alta fino all’ultimo se il calciomercato è aperto: Paul Pogba di sicuro è tra i migliori centrocampisti al mondo, naturale restare vigili sulla sua situazione visto che mezza Europa lo desidera. La Juventus lo sa, ma come abbiamo sempre raccontato ne fa una valutazione importantissima: siamo oltre i 100 milioni, l’asticella toccherebbe quota 120 milioni nella cifra che davvero farebbe vacillare Marotta e Paratici. Comunque tranquilli e sereni sulla situazione del francese, aiutati dal fatto che Paul a Torino sta bene, benissimo. Ma con l’Europeo in casa sua dove mettersi in mostra e tanti top club interessati, occhio alle grosse offerte che potrebbero arrivare.

CHELSEA & CO, PERCHE’ NO – Ma perché Mino Raiola ha rivelato che per adesso non ci sono margini per vedere Pogba al Chelsea? D’altronde, con Antonio Conte in panchina la sfida poteva essere intrigante. E non va ancora esclusa. Dietro alla freddezza di Paul ci sono due fattori: il primo è particolare, legato al club. Pogba se dovesse lasciare la Juventus vorrebbe farlo per un top club mondiale di fama storica a livello del Barcellona o del Real, non una società arricchita di recente come il PSG o il Chelsea. Sarebbe disposto a parlarne di fronte a un’offerta mostruosa; quando il Chelsea ha offerto 90 milioni a una settimana dalla fine del mercato estivo scorso, Raiola ha chiesto per conto di Pogba una cifra vicina agli 11 milioni a stagione per cinque anni, più commissioni. Comprensibile per un giocatore il cui cartellino vale così tanto; difficile però convincersi, tanto che la Juventus ha rifiutato e il Chelsea non ha insistito. Ma queste sono le cifre che ha in mente Pogba. E le sue preferenze.

AIUTO ALLA JUVE – Restringendo in questo modo la scelta, ovvero costringendo i club ricchissimi a proposte davvero alte, Pogba fa il gioco della Juventus: comunque vada, sarà un successo. Perché Paul non ha intenzione di ‘scappare’, anzi. A Torino è felice, con Allegri si trova benissimo, vede ancora volentieri la Juve nel suo futuro. E vincere la Champions in bianconero è una sfida che lo affascina. Insomma, un altro anno insieme non è utopia. E questa è la base dei discorsi. Poi, se da qui ad agosto qualcuno offrisse più di 100 milioni, la Juve registrerebbe una plusvalenza memorabile nella storia del calcio e Paul incasserebbe una montagna di milioni a stagione, più di 10 all’anno. Un affare per tutti. Ma ad oggi, offerte del genere non ce ne sono. Mai dire mai. Intanto la Juve si gode Pogba. E Pogba si gode i progetti importanti e le vittorie di questa Juve, aspettando l’Europa. Per un ’93, non è poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *