Mondiale a 48 squadre vicino, Infantino: «Federazioni favorevoli»
28 dicembre 2016
Allerta terrorismo in tutta Italia: l’aeronautica militare schiera elicotteri armati per il Capodanno
29 dicembre 2016

Domenicali parla di Schumacher. E sul suo volto… il corriere contatta le persone vicine

Sono passati ormai tre anni esatti da quella maledetta caduta sulla pista di Meribel che ha spezzato la vita di Michael Schumacher, da quel giorno costretto a letto. Da quel giorno il mondo ha poche, e incerte, notizie sulle sue condizioni di salute. Il riserbo della famiglia è massimo. Ma ora il Corriere della Sera ha cercato di fornire qualche informazione in più, interpellando anche quei pochi che possono andare a trovare Schumi nella sua residenza sul lago di Ginevra, in Svizzera.

Schumacher continua a combattere, aiutato da medici, infermieri e fisioterapisti. Sul suo volto, si legge, si vedono i segni dell’incidente e del tempo: sulle tempie, infatti, sarebbe spuntato qualche capello bianco. La manager, Sabine Khem, spiega che “riceviamo messaggi ed email ogni giorno e questo infonde energie positive a Michael e ai suoi cari. Ma non possiamo dare notizie in continuazione perché questo produrrebbe nuove richieste”.
Tra gli intercettati dal Corsera c’è anche Stefano Domenicali, l’ex numero uno della Ferrari, che Schumi lo è andato a trovare. Lui, però, si concentra sulla moglie Corinna: “Provo ammirazione profonda per Corinna, credo stia facendo qualcosa di straordinario. Forza e coraggio, senza una sola scena. Sono a sua disposizione e ciò significa anche rispettare il silenzio sulla salute di Micahel. Quando penso a lui – prosegue Domenicali – mi viene in mente qualcosa che non riguarda il pilota. Riguarda l’uomo. La sua attenzione per i ragazzi della squadra. C’era da disputare una partita di calcio, ad esempio, e si preoccupava che ogni maglietta riportasse il nome corretto di ciascun meccanico, di ogni tecnico. Voleva che tutto fosse gradevole e divertente per chi lavorava al suo fianco. I veri campioni si riconoscono da particolari nascosti”.

Comments are closed.