Fabrizio Corona: “Mi facevo di sostanze di tutti i tipi”
6 aprile 2017
Altro che carbonara, il vero scandalo è la pasta sulla pizza
7 aprile 2017

Caressa shock su Calciopoli: “vi svelo come la Juve manipolava l’opinione pubblica”

Fabio Caressa è stato ospite quest’oggi dell’università Bocconi di Milano, all’interno di un evento intitolato: “Il valore dello sport”. Il giornalista di Skysport, interpellato sul caso Calciopoli, ha rivelato alcuni particolari dell’accaduto, anche in merito ad episodi personali risalenti al 2006, anno dello scandalo calcistico che coinvolse la nostra Serie A. Lo stesso Caressa fu preso di mira, a suo dire, dal club bianconero che avrebbe chiesto il suo allontanamento e quello di Beppe Bergomi.

Ecco lo sfogo del giornalista: “Sono stato testimone di quello che accadeva durante Calciopoli, ricordo un Bologna-Juventus vinto dai bianconeri per 1-0 grazie ad un gol di Nedved su calcio di punizione in cui per ben due volte Cipriani fu atterrato senza il fischio del calcio di rigore. Dopo aver affrontato l’argomento in telecronaca dicendo che i due rigori non erano stati concessi arrivò una telefonata della Juventus nella persona di Giraudo che urlando al telefono chiedeva la rimozione di me e Beppe Bergomi. Il giorno dopo sulla prima pagina del Corriere della Sera c’erano due colonne di attacco a me, mistificando la verità in maniera ignobile e poi uscì che il giornalista era anche lui colluso”.

“Nel 2006 ero incredulo, sapevo ci fosse qualcosa ma non pensavo tanto. Moggi ha pensato di essere invulnerabile, voleva fare cose non solo per la Juve ma decidere chi retrocedeva e quant’altro per tutto il campionato di Serie A. Una pagina molto brutta”.

Comments are closed.