Il comune mette in mora il Napoli per mancati pagamenti per lo stadio San Paolo
9 giugno 2016
Grosseto: scuole chiuse con un giorno di anticipo
10 giugno 2016

Il medico di Berlusconi: ‘Insufficienza aortica, è necessaria un’operazione’

Aggiornamenti sulle condizioni di Silvio Berlusconi: il presidente del Milan è ricoverato da tre giorni all’Ospedale San Raffaele di Milano per uno scompenso cardiaco e alle 17 ha avuto luogo nella struttura una conferenza stampa per fare chiarezza sulle sue condizioni. Questo il punto del Dott. Zangrillo, medico personale di Berlusconi: “Nella giornata di domenica Silvio Berlusconi a Roma ha manifestato i chiari segni di uno scompenso cardiaco. Era mattina, ho parlato con lui e l’ho invitato di ritorno a Milano di transitare direttamente all’Ospedale San Raffaele. Lui mi ha in parte non ubbidito perché ha voluto esercitare il suo diritto/dovere di voto, solo nel pomeriggio ci ha raggiunti. Da allora sono iniziati accertamenti progressivi condotti con una strategia razionale che risponde ai segni che il medico coglie. Abbiamo avuto modo di completare tutti gli accertamenti mirati al distretto cardiovascolare. Questi accertmenti sono proseguiti seguendo le linee guida fino alla giornata di ieri quando si sono conclusi e ci hanno consentito di identificare in modo esatto e certo una patologia della valvola aortica che si chiama insufficienza aortica. Questa patologia può avere vari gradi di severità, può essere presente  in ognuno di noi senza dare segno di presenza, in questo caso ha dato segno severo e coincide con una diagnosi di insufficienza aortica di grado severo. Si deve capire come correggerla. In questo caso c’è un unico modo ed è la sostituzione della valvola aortica che come immaginate è un intervento di cardiochrurgia convenzionale, comporta l’approccio diretto al cuore e la sostituzione della valvola con una di tipo biologico. L’intervento verrà eseguito da un cardiochirurgo che ha scritto libri, il Professor Alfieri. Durata di circa 4 ore, poi come ogni paziente, abbiamo trattato Berlusconi come ogni altro pazienza, è prevista terapia intensiva dove stazionerà per uno-due giorni. Dopodiché sarà spostato in un normale piano di degenza, saranno previsti monitoraggio e cura come ogni paziente in queste condizioni, poi periodo di riabilitazione che ci restituirà un uomo in piena vitalità nel giro di un mese. Quello che ho descritto è quello che tendiamo ad ottenere per ogni paziente operato in questo ospedale. Infondate le voci che dicevano si stesse dissertando sulla possibilità di alloggiare altrove: mai avuto dubbi perché abbiamo in casa il migliore. Berlusconi sarà operato entro metà della prossima settimana. La mortaltà per questa patologia se non si interviene chirurgicamente è del 10% entro un anno, questo ci costringe a seguire questo percorso terapeutico”.

I FIGLI – Prima della conferenza Berlusconi ha ricevuto anche la visita dell’avvocato Ghedini e dei figli. Ai cronisti presenti all’ingresso Marina e Luigi hanno risposto solo che: “Proseguono gli accertamenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *