annunciatrici rai
Vi ricordate le vecchie annunciatrici rai? ecco un bel ricordo video!
19 marzo 2016
Veneto hard , un porno per quattro coppie: “Speriamo che non ci riconoscano”
19 marzo 2016

Vuoi fare ricorso ad un verbale al CDS per parcometro? Eccolo pronto!

ricorso ad un verbale al CDS per parcometro

Ricorso ad un verbale al CDS per parcometro?  Con le ultime sentenze da parte dei vari giudici di pace leggi questo articolo, è abbastanza chiaro che sia possibile ricorrere alle sanzioni elevate per il codice della strada e relative a multe per aver scaduto il biglietto del pagamento della sosta.

Secondo varie sentenze la sanzione dovrebbe solo prevedere il pagamento della differenza per il periodo non pagato e non per la mancata esposizione, visto che anche se in parte il pagamento era stato effettuato.

dunque ecco un fax simile per ricorrere nel caso in cui si incorra in una sanzione per biglietto scaduto al parcheggio.

Al Signor Prefetto della Provincia di ______________________

tramite Comando Polizia Municipale
OGGETTO: Ricorso al verbale di accertamento n.° del ,per violazione alle norme del Codice della Strada.

Il sottoscritto _________________________________________ nato a _____________________ il _____________ residente a ________________________ via____________________________ n.° ___________, in qualità di:

conducente del veicolo

proprietario del veicolo

Visto l’art. 203 del D. L.vo 30/04/1992 n. 285 e successive modificazioni, il quale prevede che “il trasgressore o gli altri soggetti indicati nell’art. 196, nel termine di giorni sessanta dalla constatazione o dalla notificazione, qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta nei casi in cui è consentito, possono proporre ricorso al Prefetto del luogo della commessa violazione”;

RICORRE

avverso il verbale di accertamento n.° del , per i seguenti motivi:

1. La sanzione non è applicabile in quanto circolari del Ministero dei Trasporti di marzo 2010 citano testuali parole:” Se viene acquistato il ticket, ma la sosta si prolunga oltre l’orario di competenza non si applicano sanzioni ma si da corso al recupero delle ulteriori somme dovute, maggiorate dalle eventuali penali stabilite da apposito regolamento comunale, ai sensi dell’art. 17 c. 132 della legge n. 127/1997. In caso di omessa corresponsione delle ulteriori somme dovute, l’applicazione di questo comune della sanzione di cui all’art. 7 c. 15 del Codice, non è giuridicamente giustificabile, in quanto l’eventuale evasione tariffaria non configura violazione alle norme del Codice, bensì una inadempienza contrattuale, da perseguire secondo le procedure” jure privato rum” a tutela del diritto patrimoniale dell’ente proprietario o concessionario”.

La sanzione è inapplicabile perché in contrasto con l’obbligo imposto al Comune, dal Codice della strada, di destinare una zona nelle vicinanze a parcheggio libero.(Cass.Sez.Un. 116/07 e n. 5218 del 28/05/08 del TAR del Lazio).
La sanzione di mancato pagamento del tagliando è illegittima perché il verbale non indica il provvedimento istitutivo della zona a pagamento.
La sanzione di mancato pagamento del tagliando è illegittima perché non specifica la destinazione obbligatoria del provento derivante dal pagamento della sanzione (art.7/7 C.d.S).
Nella relata di notifica non è stata specificata la qualifica e matricola dell’ accertatore. Questo rende nulla la notifica e la relativa sanzione.

Si allegano i seguenti documenti:

Copia documento d’identità

Copia del verbale di accertamento e del ticket esposto.

Il sottoscritto

chiede di essere udito personalmente in merito al ricorso

non chiede di essere udito personalmente in merito al ricorso

(barrare una delle due ipotesi)

 

______________________________

(luogo e data)

____________________________________

(firma)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *