Una super sexy Coco Austin fino alla tenera Santarelli, tutte le foto delle vip da poco diventate mamme
14 aprile 2016
Maxi irruzione delle forze dell’ordine all’Artemis di Berlino il tempio del sesso a pagamento
15 aprile 2016

Canone Rai in bolletta, Consiglio di Stato boccia il decreto: “Ci sono criticità, va riscritto ”. Governo: “Utile suggerimento”

Nel provvedimento del ministero dello Sviluppo “manca la definizione di apparecchio tv”, c’è un problema di privacy, non è prevista una campagna informativa su come autocertificare l’eventuale mancato possesso del televisore. Ciliegina sulla torta, il Tesoro non ha dato formale via libera. Ma per il sottosegretario Giacomelli quella dei giudici “non è una bocciatura”

Coup de théâtre per la saga infinita del canone Rai. A meno di 15 giorni dalla scadenza entro cui chi non possiede il televisore deve dichiararlo per evitare di pagare un’imposta non dovuta, arriva addirittura una bocciatura da parte del Consiglio di Stato che per legge doveva dare un parere sull’atto prima della promulgazione. Il decreto del ministero dello Sviluppo che ha introdotto il canone in bolletta da luglio è da riscrivere, perché “non offre una definizione di cosa debba intendersi per apparecchio televisivo“, si legge nella sentenza. In più “non c’è nessun riferimento allo scambio dati tra vari enti coinvolti necessario per l’addebito in bolletta” e il testo “non è di facile comprensione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *