Pasqua, i dolci nel mirino dei Nas: muffa e condizioni igieniche shock
17 marzo 2016
Formaggi con latte inquinato da aflatossina: sequestrate 7mila forme
18 marzo 2016

Contromano in autostrada travolse e uccise quattro ragazzi: è fuori dal carcere

Un cittadino albanese dopo aver bevuto si mise al volante e contromano in autostrada travolse e uccise 4 ragazzi francesi che viaggiavano su un’altra auto nell’agosto del 2011.

Ora l’imprenditore è a casa, ai domiciliari, dopo soli 4 anni di carcere. La decisione è stata presa dal giudice in attesa del verdetto di Cassazione, dove in molti si attendono una riduzione della condanna a 18 anni.

E’ il quotidiano la Stampa, nelle pagine di cronaca locale di Alessandria, a raccontare come andarono le cose.

“Ilir Beti finì in carcere pochi giorni dopo la tragedia. E da allora, non ne era mai uscito, se non nei trasferimenti da un’aula all’altra per i processi. In primo grado, ad Alessandria, il giudice l’aveva condannato, con rito abbreviato, a 21 anni e 4 mesi: era stata accolta la tesi dell’omicidio volontario (dolo eventuale)” scrive il quotidiano.

Il difensore era ricorso in Cassazione ipotizzando la «colpa grave» (che comunque comporterebbe una pena fino a 15 anni), ma escludendo il dolo: «Non era consapevole di quel che faceva».[…] La Cassazione, un anno fa, aveva annullato il verdetto di secondo grado, rimandando il fascicolo in Appello, davanti a giudici diversi. A gennaio scorso, anche il nuovo collegio ha tuttavia ribadito il convincimento dell’omicidio volontario, riducendo però la pena da 21 a 18 anni.

Si è andati quindi di nuovo in Cassazione perché il difensore dell’uomo punta sulla “insussistenza della volontarietà”. In attesa della nuova sentenza, è a casa sua, agli arresti domiciliari. Lontano dal carcere.

Fonte Today.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *